Crea sito

                     Wake Up Anastasia

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.

Pablo Neruda

 

Il Mondo Indiano

Regala un Sogno

Contattami

      

                                 

I Cavalli alati con un unico corno in mezzo alla fronte: unicorni, creature fantastiche e leggendarie, cariche di fascino e mistero. Shakespeare definisce l’unicorno “un animale incredibile” (La Tempesta, III atto)

L’unicorno nasce nella mitologia popolare d’oriente, tra India e Cina (dove è uno dei 4 animali benevoli insieme a tartaruga, drago e fenice). In principio era raffigurato come un cervo con zoccoli di cavallo, coda di bue e con un solo corno, peculiarità che rimarrà per sempre. Molti in occidente confondevano l’unicorno con il rinoceronte (visto che quest’ultimo ha un solo corno in mezzo alla fronte).

Ctesia, storico che visse nel VI secolo a. C., facendo il resoconto di uno dei suoi tanti viaggi in oriente, parla di un “asino simile ad un cavallo con ali e un solo corno”; in Grecia invece, verso il II-III secolo d. C., il naturalista-filosofo Eliano parla di “una animale che vive in India, simile al cavallo, ma con un solo corno in testa".

Durante il medioevo vennero organizzate delle vere e proprie battute di caccia per catturare questo mitico animale che, a detta di tutti, donava poteri magici e ricchezze.

L’alicorno, il corno dell’unicorno, ha poteri magici ed è preziosissimo, visto che la leggenda dice che sulla terra si trova solo un unicorno vivente, sempre e soltanto uno solo. Se ne parla anche nella famosa lettera del Prete Gianni: l’unicorno era una delle meraviglie delle terre d’oriente. Sogno o realtà?